Mostre, a Lecce l'Africa negli scatti di Atong Atem
atongatem17
Fonti Foto
Lecce. Dal 19 maggio al 20 giugno, negli spazi espositivi della galleria LO.FT di Lecce, sarà esposta la mostra sulla diaspora africana "The Studio Series" della fotografa e scrittrice sudanese Atong Atem. Atong Atem è una giovane artista e scrittrice che vive a Melbourne. Il suo lavoro si concentra sulle pratiche postcoloniali nella diaspora, sulla relazione tra spazio pubblico e privato e sulla ricerca dell'identità culturale attraverso il ritratto. "The Studio Series" è stato, in una prima fase, il desiderio di condividere attraverso la fotografia i ritratti dei migranti della diaspora africana che come la fotografa vivono in Australia. Con il tempo, però, questo lavoro si è sviluppato in qualcosa di più complesso ed intimo, evolvendo nell'esplorazione della sua identità culturale attraverso la cultura iconografica africana, i linguaggi visuali "black" e le tradizioni legate alla diaspora. Le fotografie hanno uno stile tradizionale e sono molto simili alle immagini ritrovate negli archivi della sua famiglia, così come di molte altre famiglie della diaspora: luminose, colorate e raffiguranti un momento abbastanza difficile per la storia africana, tra la tradizione ed i cambiamenti culturali causati dal colonialismo.
 
Le immagini sono un omaggio a quei fotografi dell'Africa coloniale e post coloniale che lavoravano in studio, come Malick Sidibe, Seydou Keita e Philip Kwame Apagya. Il lavoro di Atong Atem è proprio quello di continuare questa tradizione, creando, così, una rappresentazione e, allo stesso tempo, una celebrazione del rapporto forte, esistente tra l'artista e le sue origini. In particolare, questo lavoro, è un capovolgimento che slega il popolo africano dai soliti stereotipi rappresentativi e di come la fotografia africana sia stata e continui ad essere una forma di giustizia per il suo popolo e contro le violenze subite nel corso della storia dall' "uomo bianco". La fotografia africana, durante il colonialismo, era più che sovversione: era protesta, celebrazione e lotta. Era questo e sempre lo sarà. La mostra, patrocinata dal Comune di Lecce, è a cura di Vicure e LO.FT, realizzata in collaborazione con Locopress, laborotorio di industria grafica di Mesagne, QUA.LE, il vino democratico delle Tenute Emèra di Lizzano, Macete Creative Company di Lecce, e con il supporto di AMKA, onlus che da anni lotta insieme alla popolazione per garantire il miglioramento delle condizioni di vita nella Repubblica Democratica del Congo e in Guatemala.
Author: Giovanni Apadula

 
   
Articolo contenuto in
SU ARTE POTREBBERO INTERESSARTI
   
AGGIUNGI UN COMMENTO O SCRIVICI A redazione@irno.it
 
SEGUICI SU FACEBOOK E NON PERDERTI LE ULTIME NOTIZIE