Irno in Tavola, i sapori di Buonabitacolo: la Frittata di sciusciulluni
frittatadipeperoni98
Fonti Foto
Cosa evoca la parola "Buonabitacolo"? Un ottimo luogo dove vivere, un buon abitacolo appunto, ed il nome scelto da Guglielmo Sanseverino nel 1333 intendeva porre l'accento proprio sull'aria pulita che si respirava nel piccolo centro vadianese, un luogo ben lontano dalle atmosfere insalubri dei dintorni vessati dalla presenza di paludi. Sanseverino, signore di Padula, Sanza e Policastro, era figlio del famoso Tommaso che fondò la Certosa di San Lorenzo: il nuovo comune del Vallo di Diano fu affidato a Giovanni Di Gemma, Cola di Filippo e Ruggero De Bona che non solo stabilirono la loro dimora a Buonabitacolo ma anche quella dei loro discendenti. E chissà se i primi buonabitacolesi conoscevano la Frittata di sciusciulluni, ovvero la ricetta a base di peperoni che intendiamo proporre questa settimana. Ecco gli ingredienti che occorrono ed il procedimento.
 
 
INGREDIENTI:
- Peperoni rossi (sciusciulluni): 10;
- Uova fresche: 8;
- Pecorino grattugiato: 150 grammi;
- Olio extravergine di oliva: q.b;
- Aglio: tre spicchi;
- Sale: q.b.
 
 
PROCEDIMENTO:
Si acquistino i peperoni almeno un paio di settimane prima di preparare la ricetta, infatti dovranno essere appesi fino a quando si saranno essiccati completamente. Una volta essiccati, si puliscano accuratamente con una panno e, dopo averli aperti, si eliminino in modo minuzioso i semi contenuti al loro interno. Dopo di ciò, si riducano in pezzi aiutandosi con le mani e si mettano da parte. Si rompano le uova e si sbattano aggiungendo il pecorino grattugiato molto lentamente in modo da creare un composto ben amalgamato. All'interno di una casseruola piuttosto larga e non troppo alta si versi l'olio di oliva e si metta a soffriggere l'aglio tagliato in pezzi finché sarà imbiondito. Successivamente, si aggiungano i peperoni con il sale e si facciano cuocere per bene, poi si tolgano i peperoni dalla casseruola contenente l'olio e si immergano nel recipiente che contiene le uova sbattute, si amalgami bene il tutto e si versi nuovamente il composto nella casseruola, ponendo attenzione alla frittura affinché entrambi i lati siano cotti a dovere. Il trucco per far sì che la preparazione risulti più agevole consiste nell'aiutarsi con un coperchio ed un piatto per rigirare la frittata. Una ricetta semplice da preparare e che non richiede ingredienti particolarmente elaborati ma il cui risultato sarà di sicuro successo. Buon appetito!
Author: Francesca Salvato

 
   
Articolo contenuto in
  Società   
SU TRADIZIONI POTREBBERO INTERESSARTI
   
AGGIUNGI UN COMMENTO O SCRIVICI A redazione@irno.it
 
SEGUICI SU FACEBOOK E NON PERDERTI LE ULTIME NOTIZIE