Racconti dalla Quarantena, "Solitudini" di Maria Rita Cuccurullo
Salerno News
Fonti Foto
N
on solo Coronavirus. Iniziano ad arrivare in redazione i contributi alla nostra rubrica "Racconti dalla quarantena", uno spazio di testimonianze e di ricordi che IRNO.IT ha intenzione di raccogliere come diario comune di questi lunghi giorni di speranza, attraverso i pensieri e le esperienze quotidiane di tutti noi. I racconti, accompagnati dalle emozioni e dalle riflessioni, le poesie, i fatti o gli aneddoti casalinghi, saranno pubblicati sul quotidiano IRNO.IT. Ma anche storie nate dalla fantasia di questi giorni. I testi, inediti, dovranno avere una lunghezza massima di 30 righe (2 mila caratteri, spazi inclusi), riportare nome, luogo e data ed essere inviati via email a redazione@irno.it (oggetto: "Racconti dalla quarantena"). Inoltre, il testo potrà essere accompagnato da una foto o da un disegno (max 1) da allegare all'email. Non ci sono limiti di età. Di seguito i preziosi contributi.

RACCONTI DALLA QUARANTENA

Solitudini
Vibrano nell'aria
con il rumore sordo del silenzio,
nei giorni che avanzano
tra passi ansiosi,
il fiato sospeso,
l'impotenza e la speranza.

Viaggiano trepide
intrecciando voci
e sguardi furtivi,
lontane in un silenzio
che si fa più grande...

Solitudini,
distanze che avvicinano,
cuori che si amano!
Maria Rita Cuccurullo
Nocera Inferiore (SA)
 
◾ Clicca qui per leggere gli altri RACCONTI DALLA QUARANTENA
 
   
Articolo contenuto in
  Cultura   
SU RACCONTI POTREBBERO INTERESSARTI